mercoledì 12 settembre 2018

Il Cibo è quasi Veleno?

Qualche autorevole ricercatore l'ha definito sterminio di massa e sostiene che:

Presto 1 su 2 persone si ammalerà di cancro o di altre grave malattie!

   Una volta erano liberi              oggi sono invece carcerati        
Risultati immagini per suini di allevamento intensivo

I grandi gruppi multinazionali hanno conquistato il controllo del 90% del commercio mondiale: 

Ovviamente a gestire le produzioni industriali ed agricole,rigorosamente nel terzo mondo, dove la manodopera costa meno.

Ormai i cibi che mangiamo solo veleni:

Proprio così, veleni!

Solo che a differenza del cianuro, che uccide in breve tempo.

I danni dei veleni che ingeriamo col cibo quotidianamente fanno effetto in un lasso di tempo maggiore,dopo anni o decine di anni. 

Ci sono dei soggetti più sensibile, che ne risentano prima e  invece persone che reagiscono meglio.

Al solo pensiero che meno di 50 anni fa 1 persona su 30 si ammalava e oggi invece siamo a 1 su 3 e secondo stime di autorevoli illuminati aumenteranno a 1 su 2 siamo alla follia e mi vengono i brividi.

Il cibo non è più un nutriente ma è veleno ormai è feccia industriale "Veleno".

Basta che viene sponsorizzato(pubblicizzato)da un vip o da un personaggio famoso e tutti come pecore lo consumano.

Sveglia!!!!

La maggioranza della popolazione fa scelte basate sulla pubblicità e sul gusto dei cibi artefatti,senza consapevolezza.

Tutto ciò  aumenta la possibilità che le persone si ammalano enormemente.

Se ne avete la possibilità, acquistate cibi genuini… “dai contadini”… e limitate al minimo possibile il cibo spazzatura!

Noi ancora possiamo aiutarti e speriamo "Se lo vorrai" anche i nostri figli continueranno il nostro lavoro.

Basta cibi spazzatura i tuoi produttori possono arrivare direttamente a casa tua basta volerlo.

Clicca sul link è scarica la giuda è "Gratis"

La pericolosità dei conservanti per l'organismo umano





sabato 3 febbraio 2018

La Storia di Nandino o meglio la mia Storia "Che troverai nel libro che ho scritto"

 La mia storia

Mi chiamo Leonardo (Nandino) Conte, sono nato in un paesino di collina a San Giorgio Lucano in provincia di Matera (Basilicata) nel lontano 1951.

Ho viaggiato molto perché Papà come attività faceva il commercio di animali vivi, a quei tempi l’attività principale era l’allevamento di animali di tutte le specie, le campagne erano piene di animali che pascolavano.

Al mio paese esisteva la lavorazione dell’argilla con la quale si
facevano i suppellettili per la casa (dalla cucina, al bagno, ecc.)
che venivano venduti nelle varie fiere dei paesi limitrofi e io quando potevo seguivo il Babbo alle fiere dove andava.

Ho studiato chimica industriale, il biennio l’ho frequentato a Lauria in provincia di Potenza, mentre il diploma l’ho conseguito a Salerno.

Ma la mia passione era quella di continuare il mestiere di mio Padre anche se lui non voleva (a quei tempi i genitori per i figli desideravano il posto fisso).

Decisi, appena finiti gli studi, di continuare la sua strada anche perché quel lavoro mi permetteva di viaggiare e quindi contro la sua volontà andai avanti dritto estendendo gli orizzonti dell’azienda.

Era bello lavorare, non sentivo il peso della fatica ed ero soddisfatto di quello che facevo.

La fatica non mi pesava. Lavoravo notte e giorno.

Quello è stato il periodo più bello della mia vita, a parte il lavoro, il matrimonio, l’arrivo dei figli, la crescita personale e aziendale dando lavoro a molte persone che ancora oggi mi ringraziano, quando ci si incontra.

Ma come tutte le cose belle o brutte, hanno un inizio e una fine, la fine di quel lavoro avvenne per una consapevolezza.

La consapevolezza che era cambiato lo scenario in cui operavo in quanto era diventato quasi impossibile col passare degli anni trovare degli animali genuini,nutriti con alimenti naturali e non trattati con ormoni, cortisone, antibiotici, ecc.

Un giorno, nel 1999 ho deciso di smettere di fare il commercio per dedicarmi solo all’allevamento, visto che era diventato impossibile reperire animali nostrani.

Spinto anche dal metodo d'agricoltura biologica insieme alla mia famiglia abbiamo deciso una scelta di vita sana, di l'idea di fare dei Salumi Genuini Senza Conservanti come quelli che avevano sempre fatto i miei nonni e i miei genitori.

Dei Salumi Genuini Senza Conservanti che andassero contro corrente, cioè pensando esclusivamente alla qualità e alla salubrità.

Ero convinto che si potessero ottenere, avevo bisogno però di crescere i Porci (cioè animali liberi nutriti con alimenti naturali) per ottenere una carne genuina non inquinata che contenesse poca acqua e che si adattasse bene alla trasformazione in Salumi Genuini Senza l’uso di Nitriti e Nitrati.

Leggendo e rileggendo su internet e sulle varie riviste scientifiche che si occupano di alimentazione appresi che i Salumi, le Carni e Cibi trattati con i conservanti recano seri danni alla salute.
Preso coscienza di tutto ciò nel 2000 ho inserito in azienda 20 fattrici (scrofe) e 2 riproduttori (verri) mettendoli in ampi recinti elettrificati dando loro la possibilità di fare i porci comodi.

Incominciai a farli nascere e crescere come una volta e come io stesso avevo fatto da ragazzino quanto aiutavo mio padre.

Ricordo sempre le frasi che mi diceva il Babbo, quando si parlava di alimentazione.

“Figlio mio” nella vita tutto puoi comprare ma la Salute No.

A tutti i problemi si trova una soluzione alla morte No.

Le medesime frasi le ho sempre ripetuto e ripeto ancora oggi ai miei cari e non solo quelle ma aggiungendone un’altra

”La Vita è una sola è non ha Prezzo”.

Oggi consapevole di tutto ciò sono convinto che volendo si può cambiare rotta per vivere bene e più a lungo.

La scienza ci dice che siamo programmati per vivere 180 anni ma nessuno, penso si illuda di vivere così tanto.

Però sono convinto che tutti vogliamo vivere bene, senza ammalarci o ammalarci il meno possibile.

Per avere la possibilità di realizzare questo desiderio c’è bisogno dell’impegno quotidiano da parte nostra di cambiare atteggiamento e visione nei confronti dei cibi con i quali ci alimentiamo.

Incominciando con leggere le etichette per renderci conto di quali sostanze compongono gli alimenti della nostra nutrizione.

Si, è vero che non possiamo vivere 180 anni ma possiamo fare molto per vivere quanto più a lungo possibile e meglio e qui ci viene di nuovo incontro la scienza mettendoci in guardia su quello che sta avvenendo nella società moderna.

La scienza fa presente che il 70% delle malattie è dovuto a una cattiva alimentazione.

Che 50 anni fa si ammalava una persona su 50 (nonostante si viveva in ambienti meno igienici),oggi si ammala una persona su 3 e la prospettiva non è rosea perché se si continua ad andare avanti su  questa strada le previsioni sono catastrofiche in quanto ci dicono che si ammalerà una persona su 2.

Questo avvertimento ci deve far capire che se ci impegniamo a seguire un regime nutrizionale con Cibi Genuini, riusciremo ad abbassare di una buona % le probabilità di ammalarci.

Chi di noi non ha visto ammalarsi e soffrire un proprio caro in famiglia?

Ci sono delle malattie che non dipendono dalla nostra volontà, ma se la scienza ci dice che il 70% dipende da noi è da supidi ignorare il problema.

Basta un poco di buona volontà. Dobbiamo decidere noi come alimentarci, non andando al supermercato dove decidono loro, cosa dobbiamo mangiare.

Meglio andare dai contadini e dare loro la possibilità di continuare a produrre Cibi Genuini e consumare i loro prodotti così da far continuare il ciclo produttivo e salvaguardare la nostra salute oltre che l’ambiente.

Non far decidere le industrie agroalimentari cosa mangiare ma decidi tu, come nutrirti senza farti influenzare da pubblicità ingannevole.

Non devi in nessun modo farti iniettare veleno nel tuo organismo tramite speculazione sul cibo (ribellati), cambia modo e stile di vita.

Cambiare le abitudini sbagliate nella vita è sempre un fattore positivo specialmente quando queste si ripercuotono sulla Salute.

A tal proposito ho preso consapevolezza di quanto siano dannosi i prodotti da forno ottenuti con farine bianche raffinate.


Questo è uno dei cambiamenti importanti che possiamo da subito mettere in atto per migliorare il nostro benessere.

Quando avrai modo di leggere il libro capirai il perché ho voluto scriverlo e come ti può essere di aiuto se seguirai alcuni consigli e spiegazioni in esso contenuti.

Buona e Lunga Vita da Nandino