martedì 23 febbraio 2016

Perché le patatine fritte[INDUSTRIALI] fanno male ai bambini e non solo.

Risultati immagini per patatine fritte

Ogni qual volta vedo dei bambini che mangiano patatine fritte o che bevono coca cola mi viene mal di stomaco.

Non riesco francamente a capire quelle mamme che ai loro bambini danno da mangiare questi alimenti che è risaputo gli faranno del male.

Eppure, oggi non possiamo dire che non ci sono raccomandazioni in merito o blog che non trattano questi argomenti.

Eccone un articolo a tal proposito:

L’eccessivo consumo di patatine e cibi fritti(tra l'altro di scarsa qualità) in generale aumenta il rischio di contrarre il tumore.

 La conferma dell’autorità europea per la sicurezza alimentare(pensate poi ad un bambino in tenere età)
.Risultati immagini per patatine fritte
Risultati immagini per patatine fritte
Mangiare troppe patatine aumenta il rischio di tumore – e’ allarme per I consumatori di patatine.

Secondo quanto riportato nell’avviso diffuso dall’autorità europea per la sicurezza alimentare, mangiare quantità eccessive di patatine fritte o in generale altri cibi fritti,aumenta le probabilità di ammalarsi di cancro.

Tutto a causa di una sostanza cancerogena, presente anche nella combustione del tabacco ed inalata attraverso il fumo delle sigarette, che sarebbe prodotta anche durante la frittura dei cibi ed in particolare delle patatine.

Secondo gli esperti molti prodotti da forno e fritti, patatine fritte in primis ma anche pane e biscotto, patate arrosto e molti altri, contengono acrilammide, sostanza potenzialmente pericolosa che potrebbe contribuire all’insorgenza del cancro.

1)Per questo l’ente europeo per la sicurezza alimentare ha segnalato il potenziale pericolo in particolare per I minori che mangiano spesso patatine fritte.

Un rischio peraltro confermato dalla food standards agency che ha condotto una serie di esami su diversi prodotti di largo consumo soprattutto nel regno unito.

E’ emerso che le percentuali di acrilammide sono, in alcuni casi, molto elevate. “esami di laboratorio – hanno dichiarato – hanno dimostrato che l’acrilammide e il suo metabolita glycidamide sono cancerogeni.

Dal momento che si tratta di sostanze contenute in molti alimenti è assolutamente necessario limitarne il consumo. I bambini sono la fascia di utenti più esposta ai rischi”. Per questo il consiglio è quello di limitare l’assunzione di questi alimenti.

Le patatine in commercio non sono fatte da patate ma da una serie di alimenti che solo di per se fanno male(leggete le etichette prima di comprare e darle da mangiare ai vostri bambini ne va della loro Salute.

Consiglio comprate delle patate(costano anche poco)pulitele e fatele fritte in Olio extra vergine di oliva possibilmente biologico.

Prevenire è Meglio che Curare

Olio-Extra-Vergine-di oliva-Biologico-Clicca per informarti di più

l'olio-extra-vergine-di-oliva-scade o non scade.Scoprilo 

.Risultati immagini per patatine fritte



domenica 14 febbraio 2016

Allarme friggere con l'olio di Semi di Girasole o di Mais fa Male


Ciao ho letto questo articolo sul web e non potevo far a meno di postarlo visto la sua
 importanza che può avere per la salvaguarda della nostra salute,lo voluto postare in 
modo che se non hai avuto ancora la possibilità di leggerlo puoi farlo.

Non riesco a capire perché OMS(Organizzazione Mondiale della Sanità) quando
 deve comunicare delle notizie riguardando studi seri (penso che questo lo sia)
 non li divulga adeguatamente alla popolazione mondiale.In modo da fornire delle
 linee guide da seguire o una scelta consapevole ai cittadino.L'articolo:

 ["L‘allarme arriva dalla Gran Bretagna, frutto di uno studio ventennale: friggere
 con l’olio di semi di girasole e di semi di mais fa male, poiché questi
 sprigionano elementi tossici fino a duecento volte più dei limiti indicati dal OMS.
 La cottura con oli di semi e altri oli vegetali rilascerebbero composti chimici associati
 a varie forme di cancro, malattie neuro-degenerative come l’Alzheimer, malattie cardiache, infiammazioni, ipertensione.
Nel mirino oli di mais, girasole, palma e soia. Meglio burro, strutto o olio di oliva e
 olio di cocco, dicono Oltremanica. Il migliore sarebbe l’olio di cocco, che contiene
 molti grassi insaturi ma di questi il 90% sono “buoni”. Perché, se fritto deve essere,
 meglio che sia cotto nel olio che rilascia meno sostanze tossiche.
“Per tanti anni- spiega Martin Grootveld, professore di chimica bio-analitica alla
De Montfort University di Leicester – ci è stato detto che burro e lardo facevano male.
 Ma ora scopriamo che per friggere sono una delle soluzioni migliori. Ci è stato detto
 che i grassi polinsaturi erano salutari e che per questo bisognava cucinare con
 l’olio di semi di girasole e l’olio di mais. Peccato che essi, quando vengono riscaldati,
 subiscano una serie di reazioni chimiche che producono elementi tossici”.

Un piatto di fish and chips fritto in olio di semi contiene dalle 100 alle 200 volte più aldeidi(sostanze tossiche cancerogene) della dose giornaliera raccomandata
 dal OMS. Mentre sono numerose le prove che una dieta ricca di olioextra vergine
 di oliva faccia bene alla salute.
John Stein, professore emerito di neuroscienze al università di Oxford, ricorda che
 gli acidi grassi omega 6 presenti negli oli vegetali riducono l’effetto degli omega 3,
 utili tra l’altro per il sistema nervoso: “Se mangiamo troppo olio di mais o di girasole,
 il cervello assorbe una quantità eccessiva di omega 6 a detrimento degli omega 3.
Credo che la carenza di omega 3 sia un fattore importante nel crescente numero
di disturbi mentali e in problemi come la dislessia“. Addirittura secondo Stein
 per colpa degli oli di semi “il cervello umano sta cambiando in modo gravissimo"]

A te che ai letto l'articolo un commento.

Clicca e Scopri Cibi Sani e Genuini

sabato 13 febbraio 2016

Perché Nutrirsi anche con Salumi e Carne?



Ogni tanto negli anni la storia si ripete e quando si ripete ci sono i diversi schieramenti.Se ci facciamo la domanda chi è nato prima l'uovo o la gallina siamo capace di darci una risposta?

Nel consumo di Salumi e Carni mi sembra che nello stesso modo o quasi nessuno ti da una risposta esauriente.

Perché non si discute con serietà e ci sono molti interessi in ballo sia per chi dice che fa male sia per chi dice che fa bene.

Allora esaminiamo da persone con un minimo di ragionamento per arrivare almeno a un compromesso lasciando stare gli schieramenti(Onnivori-Vegani-Vegetariani)Io parto da un principio basilare tutto.

La nutrizionista Elisabetta Bernardi,fa bene tutto fa male,dipende se io voglio farmi del bene o del male.

L'alimentazione non è un optional è una cosa seria per il nostro organismo quindi qualsiasi cibo io ingerisco per nutrirmi deve essere buono,genuino,sano in parole povere non inquinato.. In un comunicato fornisce cinque preziosi consigli per consumarli in modo corretto.

La Dottoressa sostiene che nella nostra dieta la carne è un alimento che,in quantità moderate,non deve mancare in quanto sicuro e importante fonte di nutrienti essenziali per l'organismo e lo sottolinea anche nel suo libro"Oggi cosa mangio".

Come affermato di recente appunto dal Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare, le carni rosse e trasformate non sono la causa principale dei tumori, il cui insorgenza deriva da più fattori di natura individuale, comportamentale e ambientale, incluse le abitudini alimentari. 

Consumare Salumi e Carni di "Qualità" in tutta tranquillità è quindi possibile,ancor più se si seguono alcuni piccoli accorgimenti.Ecco cinque consigli fondamentali per consumare al meglio carne e salumi: è consigliabile consumare carni rosse e salumi in combinazione con gli alimenti contenenti vitamina C.

L'aggiunta di succo di limone in un piatto a base di carne o il consumo di un frutto a fine pasto,anche di una spremuta d'arancia,grazie al contenuto in vitamina C,non solo facilita l'assorbimento del ferro libero presente nella carne rossa,come accade per i vegetali, ma neutralizza quasi completamente i rischi legati a sostanze potenzialmente dannose dovute alla non corretta cottura o a sostanze utilizzate in alcune trasformazione alimentari,afferma la nutrizionista.

Non è un caso che nella carne trasformata(Salumi e Salami) venga aggiunto acido ascorbico(E-300), ossia la vitamina C.(se viene utilizzato il nitrato di potassio(E.251 E-252)Nossignori, la carne non è fuorilegge.

La carne non è un veleno che ci fa morire di cancro. Questo alimento, nella dieta di un onnivoro (e l’essere umano è un onnivoro) è una fonte importante di proteine. 

Certamente ogni abuso porta a una conseguenza grave e dunque anche la carne e i salumi si devono mangiare in modo moderato e alternati ad altri cibi.Dopo un primo allarmismo dell’OMS, la situazione si è ridimensionando.

Le carni rosse "anche se lavorate e non contengono conservanti" non sono la causa principale dei tumori.Basta sapersi regolare nel consumo corretto perché la carne e i salumi sono invece un importante alimento della buona gestione del nostro organismo. 

E i consigli per far questo ci sono: Primo su tutti, mangiare la carne e i salumi sempre insieme ad altri alimenti possibilmente ricchi di vitamina C. Secondo sono alimenti che ci nutrono molto dandoci subito la sazietà e quindi ci impedisce di mangiar troppo e preservano la linea.

L’importante è scegliere sempre carni e salumi di "Qualità" per i propri pasti.Terzo, cuocete la carne (possibilmente) senza usare olio, burro o altri condimenti troppo grassi. 

Fate cuocere la carne con olio extra vergine di oliva meglio se biologico,in modo che non perda vitamine importanti e non venga mescolata con grassi inutili che si decompongono col calore.

Quarto, se avete problemi di peso fatevi consigliare dal dietologo serio che sa esattamente quali e quante quantità di carne potete consumare in base al vostro organismo.

Infine, comprate sempre da un macellaio di "Fiducia" assicurandovi che le carni e i salumi siano di Qualità",Genuini e Senza Conservanti

Per saperne di più su una sana e corretta alimentazione: