martedì 26 marzo 2019

Solo Cibi Genuini: Perché i salumi contengono il Lattosio?

Solo Cibi Genuini: Perché i salumi contengono il Lattosio?: solocibig ni enui Spesse volte nelle manifestazioni che frequento per presentare i miei Salumi Genuini Senza Conservanti dicen...

Perché i salumi contengono il Lattosio?


solocibignienui


Spesse volte nelle manifestazioni che frequento per presentare i miei

Salumi Genuini Senza Conservanti

dicendo ai visitatori che i miei Salumi non contengono Conservanti (Nitriti e Nitrati) ,Lattosio e Glutine più di qualcuno si meraviglia che i salumi

contengono il latte e quindi il Lattosio

La domanda giustamente sorge spontanea come mai il lattosio e quindi il latte negli insaccati?


 La risposta per me è ovvia perché ne ho le conoscenze e competenze e quindi spiego il perché i Salumi contengono il lattosio.

Le industrie agroalimentari che utilizzano carne di scarsa qualità sono obbligate a utilizzare il latte in polvere in quanto la carne contiene molta acqua che impedisce la stagionatura. 

 Usano nell'impasto il latte in polvere perché il latte serve per far amalgamare la carne di qualità scadente.

   Qui sorge un'altra domanda:

Come mai la carne di scarsa qualità contiene più acqua?

Contiene più acqua per vari fattori:
1) Perché gli animali vengono macellati in tenera età 7/8 mesi di vita.
  2) perché vengono allevati in ambienti chiusi dove vivono affollati
 senza potersi muovere liberamente e respirano ammoniaca.

3) La cosa più grave è che vengono spesso usati cortisoni e prodotti per favorire una rapida crescita a discapito dell'animale e della qualità della carne.

Naturalmente come ho avuto modo di ribadire in un altro post
siccome per preparare il latte in polvere 


si usa la farina di frumento automaticamente nei salumi 
che si fa uso di Latte in polvere oltre al Lattosio contengono anche il Glutine.

In poche parole per ottenere dei Salumi che costano poco ma che non valgono niente le industrie o chi produce Salumi con carne di scarsa qualità o con alta carica batterica l'unico modo per stagionarli è usare i Conservanti(Nitriti e Nitrati),Latte in polvere,per non parlare degli Zuccheri(glucosio e saccarosio).

Se vuoi gustare dei Salumi Genuini Senza Conservanti e vuoi preferire i Fiordisalumionline ne sarò lieto.

Quello che ti raccomando è di non acquistare Salumi coi Conservanti.

Perché oltre a non essere salutari sono quelli che contribuiscono 
alla produzione di suini in modo intensivo.


Buona e Lunga Vita da Nandino

venerdì 22 marzo 2019

Solo Cibi Genuini: Perché i Salumi Contengono Glutine?

Solo Cibi Genuini: Perché i Salumi Contengono Glutine?: Come mai oggi i salumi contengono glutine.  Perché Prima i salumi non contenevano e invece adesso si? Una volta più di mezzo seco...

Perché i Salumi Contengono Glutine?


Come mai oggi i salumi contengono glutine. 

Perché Prima i salumi non contenevano e invece adesso si?

Una volta più di mezzo secolo fa i Salumi Genuini venivano realizzati con carne di suino,sale e spezie (finocchietto selvatico,pepe nero a chicchi,polvere di peperone e peperoncino,ecc.)

Venivano stagionati in locali adatti e conservati o sotto sugna(strutto) o sotto olio per circa un anno o meglio fino a quando non si sacrificava l'altro suino per ricavarne altri Salumi Genuini che di solito avveniva dopo un'anno.

Oggi nonostante tecnologicamente siamo più evoluti( celle frigo, controllo delle temperature, sanitari all'avanguardia) le industrie agroalimentari per giustificare l'utilizzo dei conservanti raccontano la storiella che i Salumi non si conservano senza Conservanti(Nitriti eNitrati).

Secondo loro non usando i conservanti si può rischiare una proliferazione del botulino e così nei salumi troviamo di tutto e di più o meglio un concentrato di sostanze che con i Salumi Genuini non hanno niente a che vedere.

Fra queste sostane nei salumi troviamo il glutine.

Ma quello che dicono è tutta una farsa perché come ho avuto modo di scrivere in altri articoli se la carne è di qualità e l'igiene è al top non servono i conservanti.

Ti siete mai chiesto come mai  la maggior parte dei Salumi oggi contengono GLUTINE.

 Eppure sulle etichette non è riportato l'uso della farina di frumento  e quindi il GLUTINE come finisce nei Salumi?

Te lo spiego io il perché e come finisce il Glutine nei Salumi .

Se leggi le etichette troverai fra gli ingredienti usati anche il latte in polvere che serve alle industrie agroalimentari ad amalgamare gli impasti di carne di scarsa qualità.

Quindi i Salumi oltre a contenere il Lattosio,contengono anche il Glutine.

Questo succede perché per lavorare il latte liquido e farlo diventare polvere si usa la farina di frumento.

Nel sito della www.solocibigenuini.com troverai altri articoli che parlano della differenza fra che esiste fra i Salumi Genuini Senza Conservanti e quelli con i conservanti e non solo.

Leggi anche l'articolo sui conservanti per saperne di più:

Salumi-senza-nitriti-e-nitrati

Buona e Lunga Vita da Nandino

martedì 19 marzo 2019

Come si prepara un Lonzino stagionato senza conservanti

IL Lonzino è un Salume che viene fatto con la lonza o lombo dissossato del suini è 
un pezzo di carne abbastanza magro tanto che le sue Kcalorie sono più o meno intorno
alle 200 per 100 grammi di prodotto stagionato.

Per la preparazione del Lonzino stagionato senza conservanti occorre naturalmente la lonza o lombo di suino del sale grosso nella misura di 25/30 per kg.di prodotto fresco,del pepe nero
 intero e macinato, della polvere di peperone o peperoncino.

Preparazione: La lonza fresca si metta in salamoia con sale per 5/6 giorni in un ambiente fresco
 2/3 gradi dopo di che si toglie dal sale e si cosparge di pepe nero e polvere di peperone.

Si avvolge in una pelle di suino e si lega quanto più stretto è possibile.

Dopo questa operazione si mette appeso in un  locale dove c'è una temperatura all'incirca 
di 12/15 gradi per 5/6 giorni, il tempo di asciugarsi esternamente.

Si passa alla stagionatura vera e propria che deve avvenire in un 
locale con una temperatura di 8/10 gradi e la giusta umidità.

Il periodo di stagionatura varia in base al peso e al volume della lonza che si sta stagionando.

Più piccola è la dimensione meno giorni ci vogliono di stagionatura.

Si usa il peperoncino se si vuole ottenere un Lonzino piccante mentre si usa la polvere di Peperone per quello dolce.

Durante la stagionatura si fa ogni tanto un controllo visivo per vedere come procede
questa fase.

Se l'umidità è giusta, se si sono formate le muffe, quelle bianche sono buone
 quelle grigie no.

Finito la stagionatura si lava il Lonzino con dell'acqua fredda e dopo averlo fatto asciugare 
si mette sotto vuoto conservandolo in frigo a 2/4 gradi.

Quando sei pronto per gustarlo lo affetti e Buon Appetito.

Se non hai tempo per farlo o non hai le comodità adatte o la carne(genuina)adatta alla trasformazione 
per non usare conservanti (cosa molto importante) allora puoi andare negozio dei contadini cliccando sul link Solo cibi genuini per acquistarlo:

                                                             Solo cibi genuini


Buona e Lunga Vita da Nandino

venerdì 8 febbraio 2019

La mia Storia la troverai nel libro"Mangia sano,vivi più di 100 anni.Se vuoi,puoi

 La mia storia

Mi chiamo Leonardo (Nandino) Conte, sono nato in un paesino di collina a San Giorgio Lucano in provincia di Matera (Basilicata) nel lontano 1951.

Ho viaggiato molto perchéPapàcomeattivitàfacevailcommerciodianimalivivi,aqueitempil’attività principaleeral’allevamentodianimalidituttelespecie,lecampagneeranopienedianimalichepascolavano.

Al mio paese esisteva la lavorazione dell’argilla con la quale si
facevano i suppellettili per la casa (dalla cucina, al bagno, ecc.)
chevenivanovendutinellevariefieredeipaesilimitrofieioquandopotevoseguivoilBabboallefieredoveandava.

Ho studiato chimica industriale, il biennio l’ho frequentato a Lauria in provincia diPotenza,mentreildiplomal’hoconseguitoa Salerno.

Ma la mia passione era quella di continuare il mestiere di mio Padre anche se lui non voleva (a quei tempi i genitori per i figli desideravano il posto fisso).

Decisi, appena finiti gli studi, di continuare la sua strada anche perché quel lavoro mi permetteva di viaggiare e quindi contro la sua volontà andai avanti dritto estendendo gli orizzonti dell’azienda.

E r un bello l av o R sono, non senti v o il peso della fatica ed ero Soddisfatto di Quello che faccia vo .

La fatica non mi pesava. Lavoravo notte e giorno.

Quello è stato il periodo più bello della mia vita, a parte il lavoro, il matrimonio, l’arrivo dei figli, la crescita personale e aziendale dando lavoro a molte persone che ancora oggi mi ringraziano, quando ci si incontra.

Ma come tutte le cose belle o brutte, hanno un inizio e una fine, la fine di quel lavoro avvenne per una consapevolezza.

La consapevolezza che era cambiato lo scenario in cui operavo in quanto era diventato quasi impossibile col passare degli anni trovare degli animali genuini,nutriti con alimenti naturali e non trattati con ormoni, cortisone, antibiotici, ecc.

Un giorno, nel 1999 ho deciso di smettere di fare il commercio per dedicarmi solo all’allevamento, visto che era diventato impossibile reperire animali nostrani.

Spinto anche dal metodo d'agricoltura biologica insieme alla mia famiglia abbiamo deciso una scelta di vita sana, di l'idea di fare dei Salumi Genuini Senza Conservanti come quelli che avevano sempre fatto i miei nonni e i miei genitori.

Dei Salumi Genuini Senza Conservanti che andassero contro corrente, cioè pensando esclusivamente alla qualità e alla salubrità.

Ero convinto che si potessero ottenere, avevo bisogno però di crescere i Porci (cioè animali liberi nutriti con alimenti naturali) per ottenere una carne genuina non inquinata che contenesse poca acqua e che si adattasse bene alla trasformazione in Salumi Genuini Senza l’uso di Nitriti e Nitrati.

Leggendo e rileggendo su internet e sulle varie riviste scientifiche che si occupano di alimentazione appresi che i Salumi, le Carni e Cibi trattati con i conservanti recano seri danni alla salute.
Preso coscienza di tutto ciò nel 2000 ho inserito in azienda 20 fattrici (scrofe) e 2 riproduttori (verri) mettendoli in ampi recinti elettrificati dando loro la possibilità di fare i porci comodi.

Incominciai a farli nascere e crescere come una volta e come io stesso avevo fatto da ragazzino quanto aiutavo mio padre.

Ricordo sempre le frasi che mi diceva il Babbo, quando si parlava di alimentazione.

“Figlio mio” nella vita tutto puoi comprare ma la Salute No.

A tutti i problemi si trova una soluzione alla morte No.

Le medesime frasi le ho sempre ripetuto e ripeto ancora oggi ai miei cari e non solo quelle ma aggiungendone un’altra

"La vita è una sola è non ha Prezzo".

Oggi consapevole di tutto ciò sono convinto che volendo si può cambiare rotta per vivere bene e più a lungo.

La scienza ci dice che abbiamo PROG r ammati per voi vedere epoche 180 anni , ma non o , penso che si scambiate per voi v ere così tant o .

Però sono convinto che tutti vogliamo vivere bene, senza ammalarci o ammalarci il meno possibile.

Per avere la possibilità di realizzare questo desiderio c’è bisogno dell’impegno quotidiano da parte nostra di cambiare atteggiamento e visione nei confronti dei cibi con i quali ci alimentiamo.

Incominciando con leggere le etichette per renderci Conto di qualificata sostan z e compongono Gli Alimenti della nost r una nutrizione.

Si, è vero che non possiamo vivere 180 anni ma possiamo fare molto per vivere quanto più a lungo possibile e meglio e qui ci viene di nuovo incontro la scienza mettendoci in guardia su quello che sta avvenendo nella società moderna.

La scienza è questo che il 70% delle malattie è di o addirittura in un cactus v in potere.

Che 50 anni fa si ammalava una persona su 50 (nonostante si viveva in ambienti meno igienici),oggi si ammala una persona su 3 e la prospettiva non è rosea perché se si continua ad andare avanti su  questa strada le previsioni sono catastrofiche in quanto ci dicono che si ammalerà una persona su 2.

Questo avvertimento ci deve far capire che se ci impegniamo a seguire un regime nutrizionale con Cibi Genuini, riusciremo ad abbassare di una buona % le probabilità di ammalarci.

Chi di noi non ha visto ammalarsi e soffrire un proprio caro in famiglia?

Ci sono delle malattie che non dipendono dalla nostra volontà, ma se la scienza ci dice che il 70% dipende da noi è da supidi ignorare il problema.

Basta un poco di buona volontà. Dobbiamo decidere noi come alimentarci, non andando al supermercato dove decidono loro, cosa dobbiamo mangiare.

Meglio andare dai contadini e dare loro la possibilità di continuare a produrre Cibi Genuini e consumare i loro prodotti così da far continuare il ciclo produttivo e salvaguardare la nostra salute oltre che l’ambiente.

Non far decidere le industrie agroalimentari cosa mangiare ma decidi tu, come nutrirti senza farti influenzare da pubblicità ingannevole.

Non devi in nessun modo farti iniettare veleno nel tuo organismo tramite speculazione sul cibo (ribellati), cambia modo e stile di vita.

Cambiare le abitudini sbagliate nella vita è sempre un fattore positivo specialmente quando queste si ripercuotono sulla Salute.

A tal proposito ho preso consapevolezza di quanto siano dannosi i prodotti da forno ottenuti con farine bianche raffinate.


Questo è uno dei cambiamenti importanti che possiamo da subito mettere in atto per migliorare il nostro benessere.

Quando avrai modo di leggere il libro capirai il perché ho voluto scriverlo e come ti può essere di aiuto se seguirai alcuni consigli e spiegazioni in esso contenuti.

Buona e Lunga Vita da Nandino