venerdì 25 marzo 2011

Ti Racconto Come Ho Scoperto L' Esistenza Dei Conservanti Nei Prosciutti Più Rinomati e Costosi sul Mercato


I Porci della Fiordisalumi al pascolo

Nell'autunno del 2007 la primogenita dei miei quattro figli per motivi di lavoro insieme al marito abitavano a Madrid e siccome era più di un anno che abitavano in Spagna insieme a mia moglie Angela decidemmo di andargli a far visita.      Loro per farci cosa gradita organizzarono un giro turistico per farci visitare le città di Siviglia(bellissima città che ti consiglio come meta di un viaggio)e di Granada.In Spagna c'ero già stato per lavoro ma sempre al nord cioè Barcellona, Lerida ,Zagagoza ma mai al centro o al sud.
Partimmo con la loro autovettura di mattina ben presto per raggiungere Siviglia come prima tappa ,guidava mio genero, io osservavo curioso le varie località che attraversavamo  e appassionato come sono del mio lavoro,cercavo con ansia di vedere un po' di porci di razza pata negra(la razza autoctona spagnola dalla quale prende anche il nome il loro prosciutto).
Ma purtroppo restai deluso in quanto di porci nemmeno l'ombra ,boschi in quantità ma di porci nemmeno la minima traccia.                                                                                                                                           A questo punto mi venne un dubbio e mi feci una domanda : Vuoi vedere che allevano maiali di razza pata negra in modo intensivo e li spacciano come animali liberi.!!
Continuammo il nostro viaggio, una volta arrivati a Siviglia, tardo pomeriggio mio genero  ci offri un aperitivo visto che insieme si poteva gustare anche il famoso prosciutto; ordinò un paio di piatti d'affettato e via con i commenti e il confronto con i miei Fiordisalumi .
Considerazioni: è saporito,è così è colà,bla,bla,bla,.Be,ho detto loro, lo so che è saporito,sfido, contiene più del 50% di grasso che tra l'altro mia figlia scartava e che invece io e mia moglie mangiavamo.
Comunque per farla breve se no questo post diventa troppo lungo e noioso,andiamo al nocciolo dell'argomento.
Strada facendo non vedendo porci pascolare nei boschi che attraversavamo dicevo loro mi è venuto un dubbio!!vuoi vedere che gli spagnoli(bravissimi produttori di carne agli ormoni)allevano in modo intensivo maiali di razza autoctona pata negra e poi li spacciano come animali che vivono liberi nei boschi dicendo che si nutrono di ghiande?
Il dubbio era più che fondato perché tornati a Madrid siamo andati alla ricerca di confezioni di salumi affettati per farmi un'idea di come poterli confezionare a mia volta, Alex mio genero decise di portarmi al museo del prosciutto.
Andammo in questo negozio che vendeva prosciutti ,salumi,formaggi, salmone, ecc.ecc “denominato museo del prosciutto”dove esposti sia al soffitto che alle pareti c'erano una gran quantità di prosciutti senza sottovuoto  esposti ad alte temperature,da esperto in materia mi feci la seconda domanda:come mai  da quei prosciutti cosi detti nostrani non fuori uscivano lacrime di olio quanto  normalmente qualsiasi salume genuino che non contiene conservanti esposto a temperature elevate per effetto del tutto naturale crea la formazione  di olio sotto forma di lacrime che cade “cosa che avviene anche per i formaggi nostrani” invece quei prosciutti erano asciutti nonostante il caldo nel locale.
Comprammo un etto di prosciutto  in confezione sottovuoto, invece di prendere quello di coscia al prezzo di 280 euro al kg.prendemmo quello di spalla che costava 57 euro al kg.
Giunti a casa guardando con calma la confezione com'era fatta e leggendo l'etichetta, con meraviglia notai che tra gli ingredienti erano presenti i conservanti : Nitriti e Nitrati .
Dopo cena entrando in un supermercato di quelli che sono aperti anche di  notte, tutti i miei dubbi ebbero conferma ,infatti non sono riuscito a travare nemmeno una confezione di salumi e prosciutti nelle cui etichette non comparissero, negli ingredienti la voce conservanti: Nitriti e Nitrati
A quel punto era chiara del perchè non avevo visto porci liberi pascolare nei boschi e la conferma che quei salumi e prosciutti venivano ottenuti con carni di animali  allevati in strutture intensive.
Ti raccomando sempre di leggere l'etichette perché se non stai attendo oltre al danno, anche la beffa.
Per saperne di più visita il sito:http://www.salumionline.com

Nessun commento: