sabato 26 febbraio 2011

Salumi Genuini Senza Conservanti come si facevano una volta



1) I Fiordisalumi Genuini Senza Conservanti   vengono 

ottenuti nel rispetto delle Antiche tradizioni Contadine.

 La lavorazione avviene del tutto artigianalmente sia nella fase di preparazione che di stagionatura.
        
I pezzi anatomici del Porco sono scelti in base alle tradizioni antiche come si può leggere nelle nostre Etichette
   
2) La Stagionatura la facciamo avvenire  in modo graduale senza forzatura per abbreviare i tempi.

Tutti i Salumi  hanno una stagionatura mediamente più lunga di un 30% della media dei prodotti industriali questo principalmente perché non facciamo uso di Nitriti e Nitrati e di latte in polvere che accelerano il processo di stagionatura e che fanno avere meno calo peso alla fine della stagionatura perché con i conservanti c'è una ritenzione di acqua nel prodotto finale.

Con l'aggiunta e l'utilizzo dei Conservanti si riesce ha trasformare anche carni di scarso valore nutrizionale o carni con cariche batteriche alte in quanto non lavorate fresche.
    
Usiamo celle frigo senza forzature che ci permettono di ottenere una stagionatura uguale a quella naturale (fatta in cantina o locali idonei) anche se è necessario più tempo.
    
3) Più Carne meno Grasso e poco Sale: sia la percentuale di grasso che di sale nei nostri salumi è più basso rispetto ai prodotti industriali (che fanno differenza solo di prezzo senza tener conto della qualità).

Usiamo meno sale perché la carne dei suini nostrani che vivono secondo natura è di per se già saporita.
           
Ma per operare e fare tutto ciò abbiamo la necessità di avere a disposizione una buona materia prima (Carne) naturale ecco perché noi della Fiordisalumi cresciamo i nostri suini liberi senza forzature con una alimentazione di materie costituita da latte materno, pascolo aziendale, frutta e verdure di stagione e cereali che donano Benessere ai nostri animali e rispettano l'Ambiente.
     
Liberiamo i maiali dalle carceri e facciamoli diventare liberi porci. 

Per saperne di più visita il sito:

Nessun commento: